dicembre 16, 2017

Diventa Donatore

L'AVIS Torino ed i volontari

L'AVIS Torino ha come scopo principale la raccolta di sangue ma prima di tutto è un'associazione formata da persone che, oltre ad essere donatori, contribuiscono attivamente con servizi di volontariato che sono fondamentali per poter proseguire il nostro percorso.

Abbiamo bisogno anche del tuo sostegno. Contatta i nostri centri di raccolta per diventare un volontario.
Ti aspettiamo!

Ricordate che il sangue è indispensabile nei seguenti casi:
- servizi di primo soccorso e di emergenza-urgenza;
- interventi chirurgici e trapianti di organi;
- cura delle malattie oncologiche;
- varie forme di anemia cronica.
I globuli bianchi sono fondamentali per la cura di leucemie, tumori ed intossicazione da farmaci; i globuli rossi, invece, sono alla base delle cure per anemie ed emorragie.
Le piastrine, come ben noto, aiutano la cura delle malattie emorragiche; il plasma è importantissimo in caso di ustioni, tumori del fegato, carenza dei fattori della coagulazione non diversamente disponibili; i plasmaderivati Fattore VIII e IX aiutano per l'emofilia A e B, le immunoglobuline aspecifiche per alcune malattie immunologiche, albumina su alcune patologie del fegato e dell'intestino.

Diventare donatore è molto semplice: recatevi presso le nostre UNITÀ DI RACCOLTA AVIS (fisse e mobili) e verificate con i nostri medici l'idoneità alla donazione.

Condizioni di base per il donatore:
Età: compresa tra 18 anni e 60 anni (per candidarsi a diventare donatori di sangue intero) o 65 anni (età massima per proseguire l'attività di donazione per i donatori periodici). Eventuali deroghe sono demandate alla valutazione del medico.
Peso: più di 50 Kg
Pulsazioni: comprese tra 50-100 battiti/min (anche con frequenza inferiore per chi pratica attività sportive)
Pressione arteriosa: tra 110 e 180 mm di mercurio (Sistolica o MASSIMA) tra 60 e 100 mm (Diastolica o MINIMA)
Stato di salute: buono
Stile di vita: nessun comportamento a rischio
L'intervallo minimo tra una donazione di sangue intero e l'altra è di 90 giorni.
La frequenza delle donazioni non deve essere superiore a 4 volte l'anno per gli uomini e 2 volte per le donne.

Donare è un gesto altruistico che dev'essere fatto con serietà e responsabilità.
Escludersi è doveroso nei seguenti casi:
- assunzione di droghe;
- alcolismo;
- rapporti sessuali ad alto rischio di trasmissione di malattie infettive (es. occasionali, promiscui, ...);
- epatite o ittero;
- malattie veneree;
- positività al test della sifilide (TPHA o VDRL);
- positività al test AIDS (anti-HIV 1);
- positività al test dell'epatite B (HBsAg);
- positività al test dell'epatite C (anti-HCV);
- rapporti sessuali con persone nelle condizioni incluse nell'elenco.